Prima letturaGiobbe 311813233537Lantica giustizia

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima letturaGiobbe 31,1-8,13-23,35-37 ©

L’antica giustizia di Giobbe

Giobbe ha detto:

Ho fatto un patto con i miei occhi,

non indugiare su nessuna vergine.

Ora, quali azioni Dio distribuisce in alto,

che sorte assegna Shaddai dal cielo,

se non disastro per gli empi,

e calamità per gli iniqui?

Ma sicuramente vede come mi comporto,

non conta tutti i miei passi?

Sono stato un compagno di viaggio con la menzogna,

o affrettato i miei passi verso l’inganno?

Se mi pesa su una bilancia onesta,

essendo Dio, non può non vedere la mia innocenza.

Se i miei piedi si sono allontanati dalla retta via,

o se i miei occhi hanno traviato il mio cuore,

o se le mie mani sono imbrattate di qualche macchia,

che un altro mangi ciò che ho seminato,

e che i miei giovani germogli siano tutti sradicati.

Se mai ho violato i diritti di schiavo

o serva in azioni legali contro di me —

cosa farò, quando Dio si alzerà?

Cosa dirò, quando terrà la sua assemblea?

Loro, non meno di me, sono stati creati nel grembo materno

dallo stesso Dio che ci ha plasmati tutti nelle nostre madri.

Se la mia terra invoca vendetta sulla mia testa

e ogni solco corre di lacrime,

se senza pagamento ho mangiato frutta cresciuta su di essa

o dato a coloro che vi lavoravano faticosamente gemere,

che crescano i rovi dove un tempo era il grano,

e orrende erbacce dove prosperava l’orzo.

Sono stato insensibile ai bisogni dei poveri,

o lasciare che gli occhi di una vedova si offuschino?

O preso la mia parte di pane da solo,

non dare una quota all’orfano?

Io, che Dio ha allevato come un padre, fin dall’infanzia,

e guidato da quando ho lasciato il grembo di mia madre.

Ho mai visto un miserabile bisognoso di vestiti,

o un mendicante che va nudo,

senza che abbia motivo di benedirmi di cuore,

come sentiva il calore del vello dei miei agnelli?

Ho alzato la mano contro gli innocenti,

presumendo sul mio credito al cancello?

Se è così, allora lascia che la mia spalla cada dalla sua presa,

il mio braccio sia frantumato all’articolazione.

Il terrore di Dio sarebbe davvero disceso su di me;

come potevo mantenere la mia posizione davanti a sua maestà?

Chi può farmi ascoltare da Dio?

Ho detto la mia, dalla A alla Z; ora lascia che Shaddai mi risponda.

Quando il mio avversario ha redatto il suo mandato contro di me

Lo porterò sulla mia spalla,

e fasciamelo intorno al capo come un turbante regale.

Gli renderò conto di ogni passo della mia vita,

e andategli incontro arditamente come un principe.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.