Prima letturaGiobbe 321633122Elihu parla del miste

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima letturaGiobbe 32:1-6,33:1-22 ©

Elihu parla del mistero di Dio

I tre amici di Giobbe non gli dissero altro, perché era convinto della sua innocenza. Ma un altro uomo si infuriò: Eliu, figlio di Barachel il Buzita, della famiglia di Ram. Era furioso contro Giobbe perché pensava che lui avesse ragione e Dio avesse torto; ed era ugualmente arrabbiato con i tre amici per aver rinunciato alla discussione e aver così ammesso che Dio poteva essere ingiusto. Mentre parlavano, Eliu si era trattenuto, perché erano più vecchi di lui; ma quando vide che i tre uomini non avevano altro da dire in risposta, la sua rabbia scoppiò. Così parlò poi Eliu, figlio di Barachel il Buzita. Egli ha detto:

sono ancora giovane,

e tu sei vecchio,

quindi ero timido, spaventato,

per dirti quello che so.

Ora, Giobbe, sii così gentile da ascoltare le mie parole,

e occupati di tutto ciò che ho da dire.

Ora mentre apro la bocca,

e la mia lingua forma parole contro il mio palato,

il mio cuore pronuncerà parole piene di saggezza,

e le mie labbra dicono l’onesta verità.

Rifiutami, se puoi.

Prepara il tuo terreno per opporsi a me.

Vedi, io sono tuo simile, non un dio;

come te, sono stato modellato dall’argilla.

Il respiro di Dio è stato quello che mi ha fatto,

il respiro di Shaddai che mi ha dato la vita.

Così, nessuna paura di me deve disturbarti,

la mia mano non sarà pesante su di te.

Come hai potuto dire nel mio udito –

poiché il suono delle tue parole non mi è sfuggito –

‘Io sono puro e senza peccato,

Sono puro, libero da ogni colpa.

Eppure sta inventando rimostranze contro di me,

e immaginandomi suo nemico.

Mi mette nelle scorte,

osserva ogni mio passo’?

Nel dirlo ti dico che ti sbagli:

Dio non si adatta alla misura dell’uomo.

Perché inveire contro di lui?

per non averti risposto, parola per parola?

Dio parla prima in un modo,

e poi in un altro, ma nessuno se ne accorge.

Parla con sogni e visioni che vengono nella notte,

quando il sonno arriva sull’umanità,

e gli uomini sono tutti addormentati nel letto.

Allora è lui che sussurra all’orecchio dell’uomo,

o può spaventarlo con visioni paurose,

per allontanarlo dal male,

e porre fine al suo orgoglio;

per salvare la sua anima dalla fossa

e la sua vita dal sentiero degli inferi.

Anche con la sofferenza corregge l’uomo sul letto del malato,

quando le sue ossa continuano a tremare di paralisi;

quando tutto se stesso è disgustato dal cibo,

e il suo appetito disdegna le prelibatezze;

quando la sua carne marcisce mentre la guardi,

e le sue ossa nude cominciano a mostrarsi;

quando la sua anima si avvicina alla fossa,

e la sua vita alla dimora dei morti.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.