Prima LetturaGiudici 16461631Linfedelt di Dalila e

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima LetturaGiudici 16:4-6,16-31 ©

L’infedeltà di Dalila e la morte di Sansone

Dopo questo, Sansone si innamorò di una donna nella Valle di Sorek; si chiamava Dalila. I capi dei Filistei la visitarono e le dissero: “Adulalo e scopri da dove viene la sua grande forza, e come possiamo dominarlo, legarlo e ridurlo all’indifeso”. In cambio ti daremo millecento sicli d’argento ciascuno».

Dalila disse a Sansone: “Ti prego, dimmi da dove viene la tua grande forza e cosa sarebbe necessario per legarti e domarti”.

E giorno dopo giorno lei insisteva con le sue domande, e non gli concedeva riposo, finché non si stancava a morte. Alla fine le raccontò tutto il suo segreto; le disse: “Un rasoio non ha mai toccato il mio capo, perché sono stato nazireo di Dio fin dal grembo di mia madre”. Se la mia testa fosse tagliata, allora il mio potere mi lascerebbe e perderei le mie forze e diventerei come qualsiasi altro uomo.’ Allora Dalila si rese conto che le aveva rivelato tutto il suo segreto; ella fece chiamare i capi dei Filistei e gli diede questo messaggio: “Venite ancora una volta: mi ha rivelato tutto il suo segreto”. E i capi dei Filistei vennero da lei con il denaro in mano. Fece addormentare Sansone in grembo e convocò un uomo che gli tagliò i sette riccioli dalla testa. Poi cominciò a perdere la sua forza e il suo potere lo lasciò. Ella gridò: “I Filistei sono contro di te, Sansone!”. Egli si svegliò dal sonno, pensando: “Mi libererò come ho fatto prima e mi riprenderò”. Ma non sapeva che il Signore si era allontanato da lui. I Filistei lo presero, gli cavarono gli occhi e lo portarono a Gaza. Lo incatenarono con una doppia catena di bronzo, e passò il suo tempo a girare il mulino nella prigione.

Ma i capelli che erano stati tagliati ricominciarono a crescere.

I capi dei Filistei si radunarono per offrire un grande sacrificio a Dagon loro dio e per rallegrarsi. Loro hanno detto:

‘Nelle nostre mani il nostro dio ha consegnato

Sansone nostro nemico.’

E non appena il popolo vide il suo dio, lo acclamò, gridando le sue lodi:

‘Nelle nostre mani il nostro dio ha consegnato

Sansone nostro nemico,

l’uomo che ha devastato il nostro paese

e ha ucciso tanti di noi.’

E poiché i loro cuori erano pieni di gioia, gridavano: “Manda Sansone a divertirci”. Così Sansone fu tratto fuori di prigione e compì per loro prodezze; poi fu messo in piedi tra le colonne. Ma Sansone disse al ragazzo che lo conduceva per mano: “Conducimi dove posso toccare le colonne che sostengono l’edificio, in modo che io possa appoggiarmi ad esse”. Ora l’edificio era gremito di uomini e donne. C’erano tutti i capi dei Filistei, mentre circa tremila uomini e donne osservavano dal tetto le gesta di Sansone. Sansone invocò il Signore e gridò: “Signore, ti prego, ricordati di me; dammi forza ancora una volta, e fammi vendicare sui Filistei in un colpo solo per i miei due occhi.” E Sansone cinse le due colonne centrali che sorreggono l’edificio e gettò contro di loro tutto il suo peso, il braccio destro contro uno e il braccio sinistro contro l’altro; e gridò: “Possa io morire con i Filistei!”. Ora attaccò con tutte le sue forze e l’edificio cadde sui capi e su tutto il popolo del luogo. Quelli che ha ucciso alla sua morte erano più numerosi di quelli che aveva ucciso nella sua vita. I suoi fratelli e tutta la famiglia di suo padre scesero e lo portarono via. Lo presero e lo seppellirono fra Zorah ed Estaol nella tomba di Manoah suo padre. Da vent’anni era giudice in Israele.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.