Prima LetturaGiudici 82223303291151920Il popolo di

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima LetturaGiudici 8:22-23,30-32,9:1-15,19-20 ©

Il popolo di Dio lotta per nominare un re

Gli uomini d’Israele dissero a Gedeone: “Domina su di noi, tu, i tuoi figli e tuo nipote, perché ci hai liberati dal potere di Madian”. Ma Gedeone rispose loro: “Non sono io che dominerò su di voi, né mio figlio; il Signore deve essere il tuo signore.’

Gedeone ebbe da lui settanta figli, poiché ebbe molte mogli. La sua concubina, che abitava a Sichem, gli partorì anche un figlio, che chiamò Abimelec. Gedeone figlio di Ioas fu benedetto nella sua vecchiaia; morì e fu sepolto nella tomba di Joas suo padre, a Ofrah di Abiezer.

Abimelec, figlio di Ierubbaal, andò dai fratelli di sua madre a Sichem e disse loro e a tutta la famiglia della famiglia di sua madre: “Per favore, poni questa domanda ai capi di Sichem: Quale è meglio per te, essere governato da settanta, voglio dire. tutti i figli di Jerubbaal o essere governati da uno solo? Ricordate anche a voi stessi che io sono la vostra carne e sangue.” I fratelli di sua madre parlarono di lui a tutti i capi di Sichem in questi termini, e il loro cuore era rivolto ad Abimelec, perché si dicevano: “È nostro fratello”. gli diedero settanta sicli d’argento dal tempio di Baal-Berit, e con questo Abimelec pagò dei furfanti senza valore per seguirlo. Poi andò a casa di suo padre a Ofrah e uccise i suoi fratelli, i settanta figli di Jerubbaal, sulla stessa pietra. Solo il figlio più giovane di Jerubbaal scampò, perché si era nascosto; questo era Jotham. Allora tutti i capi di Sichem e tutta Bet-Millo si radunarono e proclamarono re Abimelec presso il terebinto della colonna di Sichem.

La notizia di questo è stata portata a Jotham. Egli venne, si fermò sulla cima del monte Garizim e gridò ad alta voce perché lo udissero:

“Ascoltatemi, capi di Sichem,

che Dio possa anche ascoltarti!

‘Un giorno gli alberi si sono spenti

ungere un re che regni su di loro.

Dissero all’olivo: “Sii il nostro re!”

“L’olivo rispose loro,

“Devo rinunciare al mio olio

che onora gli dèi e gli uomini,

stare in piedi ondeggiando sopra gli alberi?”

“Allora gli alberi dissero al fico:

“Vieni ora, sii il nostro re!”

“Rispose loro il fico,

“Devo rinunciare alla mia dolcezza,

rinunciare al mio ottimo frutto,

stare in piedi ondeggiando sopra gli alberi?”

“Allora gli alberi dissero alla vite:

“Vieni ora, sii il nostro re!”

“La vite rispose loro,

“Devo rinunciare al mio vino?

che rallegra il cuore degli dei e degli uomini,

stare in piedi ondeggiando sopra gli alberi?”

“Allora tutti gli alberi dissero al roveto:

“Vieni ora, sii il nostro re!”

“E il roveto rispose agli alberi,

“Se in tutta buona fede mi ungi re perché regni su di te,

poi vieni e riparati alla mia ombra.

In caso contrario, il fuoco verrà dal roveto

e divorare i cedri del Libano».

Se, dico, hai agito con sincerità e buona fede verso Jerubbaal e la sua famiglia, allora Abimelec sia la tua gioia e tu sia la sua. Se no, esca da Abimelec un fuoco che divori i capi di Sichem e di Bet-Millo, e dai capi di Sichem e di Bet-Millo un fuoco che divori Abimelec».

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.