Prima letturaTobia 31111617Raffaello inviato a po

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Prima letturaTobia 3:1-11,16-17 ©

Raffaello è inviato a portare rimedio alla casa di Tobia

Triste nel cuore, io, Tobia, sospirai e piansi, e cominciai questa preghiera di lamento:

‘Tu sei giusto, o Signore,

e sono solo tutte le tue opere.

Tutte le tue vie sono grazia e verità,

e tu sei il giudice del mondo.

‘Perciò, Signore, ricordati di me, guardami.

Non punirmi per i miei peccati

o per le mie incuranti colpe

o per quelli dei miei padri.

‘Poiché abbiamo peccato contro di te

e infranto i tuoi comandamenti;

e ci hai dato in pasto al saccheggio,

alla prigionia e alla morte,

essere il discorso, lo zimbello e il disprezzo

di tutte le nazioni tra le quali ci hai dispersi.

‘Mentre tutti i tuoi decreti sono veri

quando mi tratti come meritano le mie colpe,

e quelli dei miei padri,

poiché non abbiamo osservato i tuoi comandamenti

né camminava in verità davanti a te;

quindi ora, fa di me ciò che vuoi;

sii lieto di togliermi la vita;

Desidero essere liberato dalla terra

e ridiventare terra.

Perché la morte è meglio per me della vita.

Sono stato insultato senza una causa

e sono angosciato oltre misura.

‘Signore, aspetto la sentenza che darai

per liberarmi da questa afflizione.

Lasciami andare alla mia dimora eterna;

non distogliere da me il tuo volto, o Signore.

Perché è meglio morire che ancora vivere

di fronte a problemi che non conoscono pietà;

Sono stanco di sentirmi calunniato.’

Lo stesso giorno avvenne che anche Sara, figlia di Raguele, che abitava nella Media a Ecbatana, udì insulti da una delle ancelle di suo padre. Devi sapere che era stata data in sposa sette volte, e che Asmodeus, il peggiore dei demoni, aveva ucciso i suoi sposi uno dopo l’altro prima che mai andassero a letto con lei come uomo con moglie. La serva disse: «Sì, uccidi tu stesso i tuoi sposi. Questo fa già sette a chi ti è stato dato, e non sei ancora stato fortunato una volta. Solo perché i tuoi sposi sono morti, questo non è un motivo per punirci. Vai e unisciti a loro, e che ci sia risparmiata la vista di qualsiasi tuo figlio!’ Quel giorno, si addolorò, singhiozzò, e salì nella stanza di suo padre con l’intenzione di impiccarsi. Ma poi pensò: ‘Supponiamo che incolpassero mio padre! Diranno: “Avevi un’unica figlia che amavi, e ora si è impiccata per il dolore”. Non posso causare a mio padre un dolore che abbassi la sua vecchiaia alla dimora dei morti. Farei meglio a non impiccarmi, ma a supplicare il Signore di lasciarmi morire e di non vivere per sentire altri insulti.’

Questa volta la preghiera di ciascuno di loro trovò grazia davanti alla gloria di Dio, e Raffaele fu mandato a porre rimedio ad entrambi. Doveva togliere le macchie bianche dagli occhi di Tobi, per poter vedere con i propri occhi la luce di Dio; e doveva dare Sara, figlia di Raguele, in sposa a Tobia, figlio di Tobi, e liberarla da Asmodeo, il peggiore dei demoni. Perché era a Tobias, prima di tutti gli altri pretendenti, che lei apparteneva di diritto. Tobia rientrava dal cortile in casa nello stesso momento in cui Sara, la figlia di Raguele, scendeva dal cenacolo.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.