Se non riusciamo a capire se Britney Spears fosse

Il doc vuole che lo spettatore creda che le prestazioni sessuali della Spears abbiano liberato lei e le masse e che sia stato questo coraggio e il suo talento a risuonare e spaventare le persone. Vuole che tu sappia che, quando le è stato chiesto delle foto di Rolling Stone in quel momento, la Spears ha detto a un intervistatore: “Beh, penso che siamo tutte ragazze, e voglio dire, questo fa parte di ciò che siamo. Mentiresti se dicessi che non ti piace sentirti sexy. Sai cosa intendo? Sei una ragazza.”

Non sarebbe confortante se le cose fossero così semplici? Ma una rapida ricerca su Google ha portato alla luce altri sentimenti che la Spears aveva riguardo alle riprese, riflettendo in un’intervista del 2003 per British GQ:

“Come mi sono reso conto [di essere un sex symbol]? Probabilmente la prima copertina di Rolling Stone di David LaChapelle. È entrato e ha fatto le foto e mi ha totalmente ingannato. Erano davvero fantastici ma non sapevo davvero cosa diavolo stessi facendo. E, ad essere totalmente onesto con te, all’epoca avevo 16 anni, quindi davvero non l’avevo fatto. Ero tornato nella mia camera da letto e avevo il mio maglioncino addosso e lui mi ha detto: “Slaccia un po ‘di più il tuo maglione.” L’intera faccenda riguardava il fatto che mi piacciono le bambole, e nella mia mente ingenua ero tipo, “Qui sono le mie bambole! “e ora mi guardo indietro e dico,” Oh mio Dio, che diavolo? “Ma ha fatto un ottimo lavoro nel ritrarmi in quel modo. Certamente non erano pesche e panna. ”

I realizzatori non riconoscono come l’agenzia della Spears possa essere stata compromessa dalla sua età, dalla posta in gioco della ricchezza e della fama o dall’influenza degli adulti intorno a lei. Inoltre non coinvolgono le implicazioni più complicate dell’archetipo verginale ma sexy: ecco una ragazza che può fare sesso a beneficio del pubblico, ma che, grazie a Dio, non è ancora stata contaminata dall’esperienza. La risposta dell’America alla Spears fu puritana, ma lo era anche la fantasia che la sua immagine soddisfaceva.

Tra tutti questi traumi – quello di Spears, il mio, quello di molte donne cresciute negli anni ’90 e nei primi anni – posso capire perché uno spettatore troverebbe sollievo nel concludere che la Spears aveva sempre il controllo completo. Ma è assurdo discutere la sua immagine di quel tempo come se non ci fosse un apparato dietro di essa, come se esistesse nel vuoto in cui stava cercando di capire la sua sessualità alle sue condizioni, piuttosto che in un’economia in cui la sessualità delle giovani donne è rapidamente mercificati fino a quando non sono abbastanza grandi da essere scartati.

Come Britney Spears, sono stata fotografata professionalmente, sdraiata sul letto nella camera da letto della mia infanzia, quando ero adolescente. Avevo 18 anni da un mese. Le riprese sono state eseguite da un fotografo uomo per una rivista di moda l’estate tra il mio diploma di scuola superiore e il mio trasferimento a New York per recitare nello spettacolo teatrale This Is Our Youth. Nella foto, sono sdraiato su un fianco con la testa appoggiata su una mano e indosso una tutina vintage pied de poule che il mio amico mi aveva appena regalato, braccia e gambe nude. La mia testa è inclinata verso il basso e ho il broncio, con gli occhi fortemente rugosi e i capelli biondi lisci. Non ricordo di essermi sentito a disagio in quel momento; Non ricordo come sia stata decisa la posizione o la posa; Non ricordo nemmeno che aspetto avesse il fotografo. Se qualcuno che era lì mi dicesse che l’intera configurazione è stata una mia idea, gli crederei. Ricordo che il pagliaccetto aveva simboleggiato, per me, l’inizio della mia nuova vita, ed è molto probabile che non vedessi l’ora di aggiornare la mia immagine pubblica di essere sessualmente attivo dopo aver ampiamente documentato un’adolescenza in cui prediligevo strati voluminosi e occhiali da nonna.

A differenza delle foto di LaChapelle, non ci sono lenzuola di seta o animali di peluche. Tuttavia, quando vedo la foto ora, vedo solo un’altra ragazza bionda bianca e robusta che viene sessualizzata. Non c’è assolutamente nient’altro che accade in esso. Non è il ritratto di qualcuno con una personalità riconoscibile, solo un broncio. Ora, a 24 anni, rappresenta molte cose che disprezzo.

Sono stato su tutti i lati di tale creazione di immagini. Ho fondato Rookie, una pubblicazione online per e in gran parte da ragazze adolescenti, quando avevo 15 anni, quasi dieci anni fa. L’ho modificato fino all’età di 22 anni, quando si è piegato. Abbiamo commissionato foto a fotografi adolescenti e accettato le proposte dei nostri lettori adolescenti. Di tanto in tanto, una di queste foto è stata interrogata da uno dei nostri lettori per aver sessualizzato il suo soggetto. Per la maggior parte dell’esistenza di Rookie, non sono riuscito a vedere quello che vedevano. Ho risposto indicando il fatto che si trattava di ragazze adolescenti che fotografavano innocentemente i loro amici. Quando questa critica è stata rivolta alle foto di ragazze in divisa da scout o abiti da cheerleader, l’errore sembrava ovvio: queste erano le normali attività delle ragazze adolescenti prima che fossero feticci!

Continuo a pensare che il contesto – chi ha scattato queste foto, il loro rapporto con i soggetti e il loro posto in una pubblicazione non destinata allo sguardo maschile – sia importante. Ma alcune delle pose e degli angoli di ripresa sono più evidentemente suggestivi per me ora. Capisco anche perché io e i miei colleghi adolescenti abbiamo pensato che le foto fossero semplicemente artistiche, giocose o sofisticate: somigliavano alle immagini che avevamo assorbito. Per me, ciò significava un mix di riviste di moda, film, video musicali e migliaia di foto senza fonte che ho inalato da Tumblr.

Questo non significa implicare quei fotografi – dopotutto, ero l’editore con l’ultima parola, e anche gli adulti lavoravano per Rookie, ed erano nella posizione imbarazzante di avere un adolescente come capo. Né significa che io o la Spears siamo complici dello sfruttamento nostro o di altre ragazze adolescenti. Anche le giovani donne che non sono megafamose hanno di solito capito ciò che le fa sembrare preziose all’età di 15 anni. La loro capacità di perpetuare questi standard non significa che non siano anche vittime di questi standard. Semmai, mostra come il corpo e la sessualità delle ragazze siano così profondamente regolati da una società che disprezza le donne e feticizza i giovani che alcune di noi hanno imparato a svolgere il proprio lavoro da sole.

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.