sebbene sia la cosa peggiore per noi e ci fanno ca

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

sebbene sia la cosa peggiore per noi, e ci fanno cadere ad ogni passo. In quale pericolo e la paura
vive l’uomo, dal momento che la luce molto naturale dei suoi occhi con la quale egli deve guidare se stesso è la
prima luce che abbaglia lui e lo porta fuori strada sulla sua strada verso Dio! E se vuole sapere
con certezza da quale strada viaggia, deve per forza tenere gli occhi chiusi e cabina
l’oscurità, che egli possa essere protetto dai nemici che abitano la sua casa, cioè, la sua
sensi e le facoltà.
13. ben nascosto, dunque, e ben protetto è l’anima in queste acque scure, quando è
vicino a Dio. Perché, come queste acque servono come un tabernacolo e dimora per Dio stesso,
serviranno l’anima allo stesso modo e per una perfetta protezione e sicurezza, anche se
rimangono nelle tenebre, in cui, come abbiamo detto, è nascosto e protetto da se stesso, e
da tutti i mali che vengono da creature; perché di tali le parole di Davide si riferiscono in un altro
Salmo, dove dice: ‘Tu li nascondi nel nascondiglio del tuo volto dal disturbo
degli uomini; Tu li proteggono nella tua tenda dalla contraddizione di
tongues.’114 Qui si comprende tutti i tipi di protezione; per essere nascosto di fronte
Dio dal disturbo di uomini deve essere fortificato con questa contemplazione scuro contro tutti
le possibilità che possono venire sull’anima dagli uomini. E per essere protetto nel suo tabernacolo
dalla contraddizione delle lingue è per l’anima di essere inghiottito in queste acque scure, che
sono il tabernacolo di Davide, della quale abbiamo parlato. Perciò, dal momento che l’anima ha tutta la sua
desideri e affetti svezzati e le sue facoltà fissati al buio, è libero da tutte le imperfezioni
che contraddicono lo spirito, sia che provengano dalla propria carne o da altre creature.
Perciò quest’anima può ben dire che i viaggi ‘al buio e sicuro.’
14. V’è anche un altro motivo, che non è meno efficace di quello precedente, per cui
possiamo capire come i viaggi dell’anima in modo sicuro nel buio; è derivato dalla forza
con la quale l’anima è allo stesso tempo ispirato in queste acque oscure e afflittive scure di Dio. Per
dopo tutto, anche se le acque siano scuro, sono nondimeno acque, e quindi non possono
ma rinfrescare e fortificare l’anima in ciò che è più necessario per esso, anche se al buio
e con afflizione. Per l’anima percepisce immediatamente di per sé una vera e propria determinazione
e un desiderio efficace di fare nulla, che capisce di essere un’offesa a Dio, e per
omettono di fare nulla che sembra essere per il suo servizio. Per questo si unirà amore buio per l’anima,
provocando una cura più attenta e una verso l’interno la sollecitudine riguardo a ciò che si deve fare,
o non deve fare, per amor Suo, al fine di piacergli. Si prenderà in considerazione e chiedere per sé un migliaio
volte se ha gli ha dato motivo di essere offeso; e tutto ciò che farà con molta cura maggiore
e la sollecitudine di prima, come è già stato detto rispetto alle aspirazioni d’amore.
Perché qui tutti i desideri e le energie e le facoltà dell’anima sono raccoglimento da tutte le cose
altra cosa, e il suo impegno e la forza sono impiegati in compiacere il suo Dio solo. Questa maniera
114 Salmo xxx, 21 [A.V., XXXI, 20].

———–

though it be the worst thing for us, and make us fall at every step. In what peril and fear
does man live, since the very natural light of his eyes by which he has to guide himself is the
first light that dazzles him and leads him astray on his road to God! And if he is to know
with certainty by what road he travels, he must perforce keep his eyes closed and walk in
darkness, that he may be secure from the enemies who inhabit his own house—that is, his
senses and faculties.
13. Well hidden, then, and well protected is the soul in these dark waters, when it is
close to God. For, as these waters serve as a tabernacle and dwelling-place for God Himself,
they will serve the soul in the same way and for a perfect protection and security, though it
remain in darkness, wherein, as we have said, it is hidden and protected from itself, and
from all evils that come from creatures; for to such the words of David refer in another
Psalm, where he says: ‘Thou shalt hide them in the hiding-place of Thy face from the disturbance
of men; Thou shalt protect them in Thy tabernacle from the contradiction of
tongues.’114 Herein we understand all kinds of protection; for to be hidden in the face of
God from the disturbance of men is to be fortified with this dark contemplation against all
the chances which may come upon the soul from men. And to be protected in His tabernacle
from the contradiction of tongues is for the soul to be engulfed in these dark waters, which
are the tabernacle of David whereof we have spoken. Wherefore, since the soul has all its
desires and affections weaned and its faculties set in darkness, it is free from all imperfections
which contradict the spirit, whether they come from its own flesh or from other creatures.
Wherefore this soul may well say that it journeys ‘in darkness and secure.’
14. There is likewise another reason, which is no less effectual than the last, by which
we may understand how the soul journeys securely in darkness; it is derived from the fortitude
by which the soul is at once inspired in these obscure and afflictive dark waters of God. For
after all, though the waters be dark, they are none the less waters, and therefore they cannot
but refresh and fortify the soul in that which is most needful for it, although in darkness
and with affliction. For the soul immediately perceives in itself a genuine determination
and an effectual desire to do naught which it understands to be an offence to God, and to
omit to do naught that seems to be for His service. For that dark love cleaves to the soul,
causing it a most watchful care and an inward solicitude concerning that which it must do,
or must not do, for His sake, in order to please Him. It will consider and ask itself a thousand
times if it has given Him cause to be offended; and all this it will do with much greater care
and solicitude than before, as has already been said with respect to the yearnings of love.
For here all the desires and energies and faculties of the soul are recollected from all things
else, and its effort and strength are employed in pleasing its God alone. After this manner
114 Psalm xxx, 21 [A.V., xxxi, 20].

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.