Seconda lettura Da unallocuzione di Papa Paolo VI

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Seconda lettura Da un’allocuzione di Papa Paolo VI al Concilio Vaticano II

La Beata Vergine Maria, Madre della Chiesa

Meditando sugli stretti rapporti tra Maria e la Chiesa, per la gloria della Vergine Maria e per la nostra stessa consolazione, proclamiamo la Santissima Maria Madre della Chiesa, cioè di tutto il popolo di Dio, dei fedeli come così come dei pastori, che la chiamano la Madre amorevole. E desideriamo che la Madre di Dio sia ancora più onorata e invocata da tutto il popolo cristiano con questo dolcissimo titolo.

Questo è un titolo, venerabili fratelli, non nuovo alla pietà cristiana; è proprio con questo titolo, a preferenza di tutti gli altri, che i fedeli e la Chiesa si rivolgono a Maria. Fa veramente parte della genuina sostanza della devozione a Maria, trovando la sua giustificazione nella stessa dignità della Madre del Verbo Incarnato.

Così come, infatti, la maternità divina è la base del suo rapporto speciale con Cristo, e della sua presenza nell’economia della salvezza operata da Gesù Cristo, così costituisce anche la base principale dei rapporti tra Maria e la Chiesa, poiché è la madre di Colui che, fin dal tempo della sua Incarnazione nel suo seno verginale, ha unito a sé come capo il suo Corpo Mistico che è la Chiesa. Maria, dunque, come madre di Cristo, è madre anche di tutti i fedeli e di tutti i pastori.

È quindi con un’anima piena di fiducia e di amore filiale che le eleviamo lo sguardo, nonostante la nostra indegnità e debolezza. Lei, che ci ha donato in Gesù la fonte della grazia, non mancherà di soccorrere la Chiesa, fiorente ora per l’abbondanza dei doni dello Spirito Santo e ponendosi con nuovo zelo al compimento della sua missione di salvezza.

E la nostra fiducia è ancora più viva e corroborata se si considerano gli strettissimi legami tra questa nostra celeste Madre e l’umanità. Benché adornata da Dio con la ricchezza di ammirevoli prerogative, per farne una degna Madre del Verbo Incarnato, ci è tuttavia molto vicina. Figlia di Adamo, come noi, e quindi nostra sorella per vincoli di natura, è però la creatura che è stata preservata dal peccato originale in vista dei meriti del Salvatore, e che possiede oltre ai privilegi ha ottenuto la virtù personale di un fede totale ed esemplare, meritevole così la lode evangelica, beata quae credidisti (beata tu che hai creduto). Nella sua vita terrena, ha realizzato l’immagine perfetta del discepolo di Cristo, ha riflesso ogni virtù e ha incarnato le beatitudini evangeliche proclamate da Cristo. In lei, dunque, tutta la Chiesa, nella sua incomparabile varietà di vita e di lavoro, raggiunge la forma più autentica della perfetta imitazione di Cristo.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.