Seconda letturaDa una lettera di San Clemente I ai

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Seconda letturaDa una lettera di San Clemente I ai Corinzi

Siamo benedetti se adempiamo i comandi del Signore nell’armonia dell’amore

Amati, guarda che cosa meravigliosa è l’amore; la sua perfezione è al di là della nostra espressione. Chi può amare veramente se non coloro a cui Dio lo concede? Dobbiamo supplicarlo e supplicarlo nella sua misericordia che il nostro amore sia genuino, non guastato da alcuna inclinazione troppo umana. Da Adamo fino ad oggi tutte le generazioni sono passate; ma coloro che sono stati perfezionati nell’amore dalla grazia di Dio hanno un posto tra i santi che saranno rivelati quando il regno di Cristo verrà a noi. Com’è scritto: Entrate per un po’ nelle vostre stanze, finché la mia ira e la mia ira siano passate; e ricorderò un buon giorno e ti risusciterò dalle tue tombe. Siamo benedetti, amati, se adempiamo i comandi del Signore in unione armoniosa e amorevole, affinché mediante l’amore i nostri peccati siano perdonati. Poiché sta scritto: Beati quelli le cui trasgressioni sono perdonate, i cui peccati sono coperti. Beato l’uomo al quale il Signore non imputa iniquità e nella cui bocca non c’è inganno. Questa è la benedizione che è stata data a coloro che sono stati scelti da Dio per mezzo di nostro Signore Gesù Cristo, a cui sia gloria nei secoli. Amen.

Dovremmo pregare quindi che ci possa essere concesso il perdono per i nostri peccati e per qualunque cosa possiamo aver fatto quando siamo stati traviati dai servi del nostro avversario. E per coloro che furono i capi dello scisma e della sedizione, anche loro dovrebbero guardare alla speranza comune. Coloro che vivono nel pio timore e nell’amore sono disposti a sopportare il tormento piuttosto che far soffrire il prossimo; e subiscono più volentieri la propria condanna che la perdita di quell’armonia che ci è stata così nobilmente e giustamente tramandata. Perché è meglio per un uomo confessare i suoi peccati che indurire il suo cuore.

Chi di voi dunque è generoso, compassionevole, pieno d’amore? Dovrebbe parlare come segue: Se sono stato causa di sedizione, conflitto e scismi, allora me ne andrò; Me ne andrò dove vorrai, e farò ciò che vuole la comunità, se solo il gregge di Cristo vive in pace con i presbiteri che gli sono posti. Chi agisce così si glorificherebbe in Cristo e sarebbe accolto ovunque, perché del Signore è la terra e la sua pienezza. Così hanno agito in passato e continueranno ad agire in futuro coloro che vivono senza rimpianti come cittadini nella città di Dio.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.