Seconda letturaDal trattato Sui misteri di santAmb

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Seconda letturaDal trattato “Sui misteri” di sant’Ambrogio vescovo

Ai nuovi battezzati nell’Eucaristia

Fresco delle acque e risplendente in queste vesti, il popolo santo di Dio accorre all’altare di Cristo, dicendo: Entrerò all’altare di Dio, a Dio che dà gioia alla mia giovinezza. Hanno spogliato la vecchia pelle dell’errore, la loro giovinezza rinnovata come un’aquila, e si affrettano ad avvicinarsi a quel banchetto celeste. Vengono e, vedendo preparato il sacro altare, gridano: Hai preparato una mensa ai miei occhi. Davide mette loro in bocca queste parole: Il Signore è il mio pastore e nulla mi mancherà. Mi ha posto laggiù in un luogo di pascolo. Mi ha portato accanto all’acqua rinfrescante. Più avanti leggiamo: Perché anche se camminassi in mezzo all’ombra della morte, non avrò paura dei mali, perché tu sei con me. La tua verga e il tuo bastone mi hanno dato conforto. Hai preparato davanti a me una mensa contro coloro che mi affliggono. Hai arricchito d’olio il mio capo e il tuo calice, che esulta, quanto è eccellente.

È meraviglioso che Dio abbia fatto piovere la manna sui nostri padri e che fossero nutriti con cibo quotidiano dal cielo. E così è scritto: L’uomo ha mangiato il pane degli angeli. Eppure quelli che mangiarono quel pane morirono tutti nel deserto. Ma il cibo che ricevete, quel pane vivo che è disceso dal cielo, fornisce la sostanza stessa della vita eterna, e chi ne mangerà non morirà mai, perché è il corpo di Cristo.

Considera ora qual è il più eccellente: il pane degli angeli o la carne di Cristo, che è proprio il corpo che dà la vita. La prima era manna dal cielo, la seconda è al di sopra dei cieli. Uno era del cielo, l’altro è del Signore dei cieli; l’uno soggetto a corruzione se fosse conservato fino a domani, l’altro libero da ogni corruzione, perché se qualcuno lo gusta con riverenza sarà incapace di corruzione. Per i nostri padri l’acqua sgorgava dalla roccia; per te il sangue sgorga da Cristo. L’acqua saziava la loro sete per un po’; il sangue ti purifica per sempre. L’ebreo beve e ha ancora sete, ma quando berrai sarai incapace di sete. Quello che è successo nel simbolo è ora realizzato nella realtà.

Se ciò di cui ti meravigli è un’ombra, quanto è grande la realtà di cui ti meravigli. Ascolta questo, che mostra che ciò che accadde al tempo dei nostri padri era solo un’ombra. Bevevano, sta scritto, dalla roccia che li seguiva, e la roccia era Cristo. Tutto questo è avvenuto come un simbolo per noi. Tu ora sai cosa c’è di più eccellente: la luce è preferibile alla sua ombra, la realtà al suo simbolo, il corpo del Donatore alla manna che ha dato dal cielo.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.