Seconda letturaDal trattato Sui misteri di santAmb

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Seconda letturaDal trattato “Sui misteri” di sant’Ambrogio vescovo

Il sacramento che ricevi viene effettuato dalle parole di Cristo

Vediamo che la grazia può compiere più della natura, ma finora abbiamo considerato esempi di ciò che la grazia può fare attraverso la benedizione di un profeta. Se la benedizione di un essere umano ha avuto il potere di cambiare anche la natura, che dire dell’azione di Dio nella stessa consacrazione, nella quale sono efficaci le stesse parole del Signore e Salvatore? Se le parole di Elia avessero anche il potere di far discendere il fuoco dal cielo, le parole di Cristo non avranno forse il potere di cambiare la natura degli elementi? Hai letto che nella creazione del mondo intero ha parlato e sono venuti in essere; comandò e furono creati. Se Cristo, parlando, ha potuto creare dal nulla ciò che ancora non esisteva, possiamo dire che le sue parole non sono in grado di trasformare le cose esistenti in qualcosa che prima non erano? Creare nuove nature per le cose non è un’impresa minore che cambiare la loro natura esistente.

Che bisogno c’è di argomentare? Prendiamo quanto è avvenuto nel caso di Cristo stesso e costruiamo la verità di questo mistero a partire dal mistero dell’incarnazione. La nascita del Signore Gesù da Maria è avvenuta nel corso della natura? Se osserviamo la natura, troviamo regolarmente che il concepimento risulta dall’unione dell’uomo e della donna. È chiaro allora che il concepimento della Vergine era al di sopra e al di là del corso della natura. E questo corpo che rendiamo presente è il corpo nato dalla Vergine. Perché ti aspetti di trovare in questo caso che la natura segue il suo corso ordinario riguardo al corpo di Cristo, quando il Signore stesso è nato dalla Vergine in un modo al di sopra e al di là dell’ordine della natura? Questa è davvero la vera carne di Cristo, che fu crocifisso e sepolto. Questo è dunque in verità il sacramento della sua carne.

Il Signore Gesù stesso dichiara: Questo è il mio corpo. Prima della benedizione contenuta in queste parole si nomina un’altra cosa; dopo la consacrazione viene indicato un corpo. Lui stesso parla del suo sangue. Prima della consacrazione si parla d’altro; dopo la consacrazione il sangue è designato. E tu dici: “Amen”, cioè: “È vero”. Ciò che la bocca pronuncia, lascia che la mente interiore riconosca; ciò che dice la parola, lo ratifichi il cuore.

Perciò la Chiesa, in risposta a una grazia così grande, esorta i suoi figli, esorta i suoi vicini ad affrettarsi a questi misteri: Prossimi, dice, vieni e mangia; fratelli, bevete e saziatevi. In un altro passaggio lo Spirito Santo ti ha chiarito cosa devi mangiare, cosa devi bere. Gustate, dice il profeta, e vedete che il Signore è buono; beato l’uomo che ripone in lui la sua fiducia. Cristo è in quel sacramento, perché è il corpo di Cristo. Non è quindi cibo corporeo ma spirituale. Così dice anche l’Apostolo, parlando del suo simbolo: I nostri padri mangiavano cibo spirituale e bevevano bevanda spirituale. Perché il corpo di Dio è spirituale; il corpo di Cristo è quello di uno spirito divino, perché Cristo è uno spirito. Leggiamo: Lo spirito davanti al nostro volto è Cristo Signore. E nella lettera di san Pietro abbiamo questo: Cristo è morto per te. Infine, è questo cibo che dà forza al nostro cuore, questa bevanda che dà gioia al cuore dell’uomo, come ha scritto il profeta.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.