Seconda letturaDal trattato Sui misteri di santAmb

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Seconda letturaDal trattato “Sui misteri” di sant’Ambrogio vescovo

Siamo rinati attraverso l’acqua e lo Spirito Santo

Cosa hai visto al battesimo? Acqua, certo, ma non solo acqua; hai visto i diaconi (come i Leviti dell’antichità) esercitare il loro ministero e il vescovo (come il sommo sacerdote dell’antichità) fare domande e santificare.

L’apostolo Paolo ti ha insegnato a guardare non a ciò che è visibile ma a ciò che è invisibile; poiché le cose visibili passeranno, ma le cose invisibili sono eterne. Come hai letto altrove: Sin dalla creazione del mondo, gli attributi invisibili di Dio, il suo potere eterno e la sua divinità sono compresi attraverso le cose che ha fatto. Il Signore stesso dice: Se non credete in me, credete nelle mie opere. Quindi qui, al battesimo, credete che la Divinità sia presente. Riesci a credere che Dio è all’opera e tuttavia negare che sia presente? Come può succedere un lavoro se chi lo esegue non è già lì?

Considera quanto è antico questo mistero; perché è prefigurato anche nell’origine del mondo stesso. All’inizio, quando Dio fece il cielo e la terra, si dice: Lo Spirito aleggiava sulle acque. Colui che si muoveva sulle acque, non agiva anche su di esse? Puoi riconoscere che stava operando in quel momento della creazione, quando vedi come il profeta dice: Mediante la parola del Signore furono fatti i cieli e tutta la loro forza dallo spirito della sua bocca. C’è tanto sostegno da parte dei profeti per una cosa quanto per l’altra. Mosè dice che lo spirito di Dio si muoveva e Davide il salmista testimonia che stava operando.

Ecco un’altra prova. Dalle sue stesse iniquità ogni carne fu corrotta. E Dio dice: Il mio Spirito non rimarrà tra gli uomini, perché sono carne. Questo dimostra che l’impurità carnale e la contaminazione del peccato grave allontanano la grazia dello Spirito. Poiché ciò era accaduto, Dio cercò di riparare la sua creazione sfigurata. Mandò il diluvio e comandò a Noè, il giusto, di salire nell’arca. Mentre le acque del diluvio si ritiravano, Noè mandò prima un corvo (che non tornò) e poi una colomba, che tornò con un ramoscello d’ulivo, come leggiamo nelle scritture. E ora vedi l’acqua, vedi il legno, vedi la colomba, e dubiti ancora del mistero?

L’acqua è l’acqua in cui viene immersa la carne, per lavare via tutti i peccati della carne. E così tutto il peccato è sepolto.

Il legno è il legno su cui si è inchiodato il Signore Gesù quando ha sofferto per noi.

La colomba simboleggia l’assunzione da parte dello Spirito Santo della forma di colomba, come hai appreso dal Nuovo Testamento: lo Spirito che porta pace alla tua anima e calma alla tua mente turbata.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.