Seconda letturaDalla lettera di SantIgnazio di Ant

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Seconda letturaDalla lettera di Sant’Ignazio di Antiochia ai Magnesiani

Hai Gesù Cristo dentro di te

Non manchiamo di commuoverci per la sua bontà, perché se mai imitasse il modo in cui ci comportiamo, saremmo veramente perduti. Ora che siamo suoi discepoli impariamo a condurre una vita cristiana. Chi non prende il nome di cristiano non appartiene a Dio. Metti da parte il lievito vecchio e logoro, che è invecchiato e inacidito, e passa al lievito nuovo, che è Gesù Cristo. Sii preservato dal sale di Cristo in modo da non marcire; poiché è dal tuo odore che sarai giudicato. È mostruoso parlare di Gesù Cristo e praticare il giudaismo. Perché la fede cristiana non guarda all’ebraismo, ma l’ebraismo guarda al cristianesimo, in cui tutti coloro che credono in Dio sono stati riuniti.

Ora dico questo, carissimi, non perché so che ci sia qualcuno di voi che sia così, ma perché desidero avvertirvi, benché io sia inferiore a voi, di non cadere nel laccio della vana dottrina. Siate convinti della nascita, passione e resurrezione avvenuta al tempo della procura di Ponzio Pilato; poiché queste cose furono fatte veramente e certamente da Gesù Cristo, nostra speranza, dalla quale Dio conceda che nessuno di voi sia deviato.

Il mio desiderio è di godere di ogni felicità in te, se solo posso essere trovato degno. Anche se io sono in catene e tu no, non sono ancora degno di essere paragonato a te. So che siete liberi dall’orgoglio, perché avete Gesù Cristo in voi stessi. Anche quando ti lodo, non sei orgoglioso ma imbarazzato. Come dice la Scrittura, l’uomo giusto è il suo stesso accusatore.

Fate tutto il possibile per rimanere saldi nei precetti del Signore e degli Apostoli, affinché prosperiate in tutto ciò che fate nella carne e nello spirito, nella fede e nell’amore, nel Figlio e nel Padre e nello Spirito, a all’inizio e alla fine, insieme al tuo venerato vescovo e al tuo clero (quella corona spirituale meravigliosamente intrecciata) e ai devoti diaconi. Siate soggetti al Vescovo e gli uni agli altri, come Gesù Cristo è stato soggetto al Padre, e gli Apostoli sono stati soggetti a Cristo e al Padre, affinché vi sia una completa unità sia della carne che dello spirito.

Ho mantenuto la mia esortazione breve perché so come Dio ti riempie. Ricordati di me nelle tue preghiere, affinché io possa vincere a Dio, e ricordare la Chiesa in Siria, di cui non sono degno di essere chiamato membro. Perché ho bisogno delle vostre preghiere unite e del vostro amore in Dio, affinché la Chiesa in Siria possa trarre ristoro dalla rugiada della vostra Chiesa.

Sto scrivendo questo da Smirne e gli Efesini qui ti mandano il loro saluto. Loro, come te, sono qui per la gloria di Dio e mi hanno dato conforto in ogni cosa, come Policarpo, il vescovo degli Smirnei. Anche le altre Chiese vi salutano in onore di Gesù Cristo.

Addio. Fate in modo che vi sia fra voi un’unità divina e uno spirito che non esita; perché questo è Gesù Cristo.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.