Staycations a Malta e Gozo qui per rimanereLa pand

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Staycations a Malta e Gozo: qui per rimanere?

La pandemia ha affrontato un duro colpo all’industria alberghiera e ad altri stabilimenti di alloggi collettivi. La maggior parte della loro clientela deriva dall’estero e quindi le restrizioni di viaggio hanno bloccato il mercato chiave di questi stabilimenti.

Per peggiorare le cose, oltre a dover affrontare una minore richiesta dai turisti, nella prima parte degli hotel pandemici e anche gli altri stabilimenti hanno visto anche la domanda dai locali diminuissi. Dopo aver avuto un aumento molto forte nel 2019, il che ha visto la quota dei soggiorni residenti aumenta dal 4% al 5%, in 2020 hotel hanno visto i locali Abandone.

Nel primo trimestre del 2020, il numero di soggiorni residenti è sceso di quasi 6.000 notti o del 5%. Il secondo trimestre segnato un vero e proprio punto di scadenza, con residenti che restano a malapena superando 30.000 notti. Questo è stato un calo del 69% rispetto al 2019.

Il seguente trimestre ha visto una svolta completa. La paura dei viaggi stranieri significava che la maggior parte maltese e gozitani, in particolare le famiglie, optati per una stay-coation. Inoltre hanno avuto l’ulteriore incentivo del regime del governo. La maggior parte degli hotel e degli impianti di alloggi collettivi hanno offerto sostanziali sconti e abbinati al regime governativo.

Il risultato è stato che nell’estate del 2020, il numero di soggiorni residenti negli hotel locali più che raddoppiati, con un aumento di oltre 138.000 notti. Ciò significava che le staycations erano l’equivalente di una tredicesima dell’attività turistica esterna dell’estate precedente. Per metterlo più semplicemente, il numero di notti che maltese e gozitan trascorsi negli hotel locali di estate 2020 erano più alti del numero di notti che i turisti tedeschi e austriaci avevano trascorso negli hotel locali nell’estate del 2019. L’aumento delle soggiorni estive durante il 2020 era uguale al numero di notti alberghiere trascorse da turisti spagnoli in estate 2019.

L’aumento delle soggiorni estivi nel corso del 2020 è stato pari al numero di notti alberghiere trascorse da turisti spagnoli in estate 2019.

Il vantaggio del regime del voucher era che ha invertito il calo delle stay -cations osservato nella prima metà del 2020. Quando lo schema del voucher è scaduto, i soggiorni non sono tornati in declino. Il guadagno per hotel e strutture ricettive non era transitorio. Nell’ultimo trimestre del 2020 e nel primo trimestre del 2021, nonostante tutte le paura dei Covid-19 e delle restrizioni, il numero di notti trascorso dai residenti negli hotel locali ha continuato a salire e superare i livelli pre-pandemici.

Nell’ultimo trimestre del 2020, è stato un incremento di quasi il 5% rispetto al 2019. Il primo trimestre del 2021 ha visto soggiorni residenti aumentano dell’8% rispetto allo stesso trimestre del 2020. Ma anche se si confronta il primo trimestre del 2019 uno vede un aumento del 3%.

Mentre nel 2019, i soggiorni residenti sono stati il ​​5% dei soggiorni totali in hotel e altri strutture ricettive collettive, nel 2020 la quota è salita al 19%. Nel primo trimestre del 2021, i residenti hanno rappresentato il doppio che condividono.

Con la ri-emissione dello schema del voucher, ci sono aspettative che la staycations sarà nuovamente presente in estate nell’estate del 2021. Questa volta, la gente del posto dovrà competere con il ritorno dei turisti stranieri, e quindi la relativa quota del mercato domestico dovrebbe Plumamet. Tuttavia, le indicazioni sono che almeno per il 2021, la maggior parte delle famiglie continuerà a optare per una vacanza locale piuttosto che d’oltremare.

Come molte cose che hanno caratterizzato la pandemia, potrebbe essere che la stay-coation rimarrà in qualche modo una caratteristica della nostra vita post-pandemica.

Staycations in Malta and Gozo: Here to stay?

———

Staycations in Malta and Gozo: Here to stay?

The pandemic dealt a hefty blow to the hotel industry and to other collective accommodation establishments. The bulk of their clientele comes from abroad, and therefore travel restrictions blocked the key market of these establishments.

To make things worse, besides having to face lower demand from tourists, in the first part of the pandemic hotels and other establishments also saw demand from locals dwindle. After having had a very strong increase in 2019, which saw the share of resident stays rise from 4% to 5%, in 2020 hotels saw locals abandone them.

In the first quarter of 2020, the number of resident stays fell by nearly 6,000 nights, or by 5%. The second quarter marked a veritable low-point, with resident stays barely exceeding 30,000 nights. This was a decline of 69% compared to 2019.

The following quarter saw a complete turnaround. Fear of foreign travel meant that most Maltese and Gozitans, particularly families, opted for a staycation. Furthermore they had the added incentive of the Government scheme. Most hotels and collective accommodation establishments offered substantial discounts and matched the Government scheme.

The result was that in the summer of 2020, the number of resident stays at local hotels more than doubled, with an increase of over 138,000 nights. This meant that staycations were the equivalent of one-thirteenth of the previous summer’s foreign tourist activity. To put it more simply, the number of nights that Maltese and Gozitans spent in local hotels in summer 2020 was higher than the number of nights that German and Austrian tourists had spent in local hotels in summer 2019. The rise in summer staycations during 2020 was equal to the number of hotel nights spent by Spanish tourists in summer 2019.

The rise in summer staycations during 2020 was equal to the number of hotel nights spent by Spanish tourists in summer 2019.

The benefit of the voucher scheme was that it reversed the decline in staycations observed in the first half of 2020. When the voucher scheme expired, staycations did not go back in decline. The gain for hotels and accommodation establishments was not transitory. In both the last quarter of 2020 and the first quarter of 2021 despite all the scares about COVID-19 and restrictions, the number of nights spent by residents in local hotels continued to rise and exceed pre-pandemic levels.

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.