Tesori Nazionali Le donne che hanno salvato gli ar

Tesori Nazionali …

Le donne che hanno salvato gli archivi.

Archivi notarili di Malta conservare un tesoro di informazioni e la storia su Malta e la sua gente. Sarah Carabott incontrato con le donne che, guidati da Joan Abela che divenne noto come Giovanna d’Arco (orticaria), hanno reso la loro missione per salvare gli archivi.

Joan Abela

Storico e fondatore della Fondazione notarili dell’Archivio

Tutto è iniziato nel 2002, quando Joan, poi uno studente undergrad, entrò nel palazzo decadente su St Christopher Street a La Valletta. Quando ha inalato l’odore di muffa e vide la condizione disperata di migliaia di volumi notarili ricoperte da strati di polvere, sapeva che aveva una missione da compiere.

“Il pensiero di questi manoscritti in silenzio in decomposizione via mi perseguitava giorno e notte. In qualche modo ho sentito che dopo aver assistito il loro stato pietoso mi ha fatto responsabile della loro conservazione “.

Ha appena iniziato a reclutare persone – per lo più volontari – per la sua missione e da allora ha formato una squadra che è la sua forza trainante.

Joan è sempre alla ricerca di persone disposte a ‘adottare’ un documento e aiutare a preservare per i posteri. Una volta, la sua perseveranza vide convincere uno sponsor di triplicare la loro donazione.

“Ho partecipato ad una riunione del consiglio con Teresa, la testa conservatore della fondazione. Abbiamo avuto un lavoro duro perché abbiamo dovuto convincere i membri di sponsorizzare parzialmente la conservazione di 50 volumi notarili antichi risalenti ai primi decenni di dominio Ospedaliero. La somma è stato un anno pesante: € 50.000.

“Dopo aver dato la nostra presentazione, ci hanno chiesto di lasciare la stanza e cambio di una decisione del consiglio. Eravamo disperati per una sponsorizzazione e cominciai a pregare, come abbiamo aspettato. A metà del nostro terzo Santa Maria, siamo stati convocati di nuovo, seduti e di fronte la scheda come un imputato si troverebbe ad affrontare un giudice.

“Abbiamo concordato di dare € 15.000,’ il presidente ha detto con orgoglio, in attesa di un’esplosione di gioia dal nostro fine. ‘Grazie, grazie, che è brillante,’ Teresa gli disse.

“‘Oh no, no, per favore, si può riconsiderare?’Arrivata la mia risposta. Tutti gli occhi – tra cui Theresa – mi fissavano increduli.

“‘Per favore. Non è che io sia ingrato, ma abbiamo bisogno di salvare i manoscritti. Non puoi riconsiderare dandoci € 50.000 invece, ho chiesto.”

Una settimana dopo il consiglio ha comunicato alla fondazione che sponsorizzerà l’intera somma dovuta alla enorme importanza storica dei documenti.

 

———

National Treasures…

The women who saved the archives.

Malta’s Notarial Archives store a treasure trove of information and history about Malta and its people. Sarah Carabott met up with the women who, led by Joan Abela who became known as Joan of Arc(hives), have made it their mission to save the archives.

Joan Abela

Historian and founder of the Notarial Archives Foundation

It all started in 2002, when Joan, then an undergrad student, stepped into the decaying building on St Christopher Street in Valletta. When she inhaled the smell of mould and saw the desperate state of thousands of notarial volumes covered with layers of dust, she knew she had a mission to accomplish.

“The thought of these manuscripts silently rotting away haunted me day and night. In some way I felt that having witnessed their sorry state made me responsible for their preservation.”

She soon started recruiting people – mostly volunteers – for her mission and has since formed a team that is her driving force.

Joan is always on the lookout for people willing to ‘adopt’ a document and help preserve it for posterity. Once, her perseverance saw her convince a sponsor to triple their donation.

“I was attending a board meeting with Theresa, the foundation’s head conservator. We had a tough job as we had to convince the members to partially sponsor the preservation of 50 unique notarial volumes dating back to the first decades of Hospitaller rule. The sum was a hefty one: €50,000.

“After giving our presentation, we were asked to leave the room and return for a board decision. We were desperate for a sponsorship and started praying as we waited. In the middle of our third Holy Mary, we were summoned back, sat down and faced the board like an accused would face a judge.

“We have agreed to give you €15,000,’ the chairman proudly said, waiting for an explosion of joy from our end. ‘Thank you, thank you, that is brilliant,’ Theresa told him.

“‘Oh no, no, please, can you re-consider?’ came my reply. All eyes – including Theresa’s – were staring at me in disbelief.

“‘Please, please. It’s not that I am ungrateful, but we need to save the manuscripts. Can’t you reconsider giving us €50,000 instead, I asked.”

A week later the board informed the foundation it will sponsor the whole sum due to the documents’ huge historical importance.

 

———

Amagugu National …

Laba besifazane abasebenzele u wasindisa zomlando.

Archives Malta sika notarial ukugcina obuyigugu kolwazi kanye nomlando mayelana Malta kanye nabantu balo. Sarah Carabott wahlangana ababa nakho abesifazane abaya, eholwa Joan Abela kamuva owaziwa ngokuthi u-Joan of Arc (isifuba), niyenze ayekuthunyiwe ukulondoloza zomlando.

Joan Abela

Isazi-mlando kanye umsunguli we notarial Ezinqolobaneni Foundation

Konke kwaqala ngo-2002, lapho u-Joan ke umfundi kwiziqu eziphansi kuya kwiziqu, wangena isakhiwo ezibolile ku St Christopher Street e Valletta. Lapho yena imuncwe iphunga isikhunta futhi wabona isimo angakhuluma izinkulungwane zemiqulu notarial embozwe izingqimba ngothuli, wayazi ayenakho elizimisele ukufeza.

“Umcabango wokuthi le mibhalo yesandla buthule abolile kude haunted kimi emini nasebusuku. Ngandlela-thile nganginomuzwa wokuthi kokubona isimo sabo sorry wangenza oqinisekisa ukulondolozwa yabo. ”

Ngokushesha waqala ukuqasha abantu – ikakhulukazi amavolontiya – thunywa wakhe kanye kusukela ubumbe iqembu okungukuthi wakhe ushayela force.

UJoan njalo afuna abantu uzimisele ‘bengahlala’ idokhumenti nosizo ukuwulondoloza ukuze kuzuze izizukulwane ezaziyolandela. Uma, ukuphikelela kwakhe embona ukukholisa umxhasi ukuba laphindeka kathathu umnikelo wabo.

“Ngase ngiya emhlanganweni ibhodi uTheresa, Foundation, ikhanda umlondolozi. Sibe umsebenzi onzima njengoba kwadingeka siqinisekise amalungu ukuba ingxenye umxhasi kulondolozwe 50 amavolumu esiyingqayizivele notarial eyaqala emashumini lokuqala Hospitaller umthetho. Isamba lwalungolukhulu ezisindayo: € 50,000.

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate. Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.