VangeloMarco 111126Il fico la purificazione del te

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

VangeloMarco 11:11-26 ©

Il fico; la purificazione del tempio

Dopo essere stato acclamato dalla folla, Gesù entrò a Gerusalemme ed entrò nel tempio. Si guardò intorno, ma poiché ormai era tardi, uscì a Betania con i Dodici.

Il giorno dopo, mentre stavano lasciando Betania, si sentì affamato. Vedendo un albero di fico in foglia a una certa distanza, andò a vedere se poteva trovare dei frutti su di esso, ma quando vi si avvicinò non trovò nient’altro che foglie; perché non era la stagione dei fichi. E si rivolse al fico. “Nessuno possa mai più mangiare frutta da te”, disse. E i suoi discepoli lo udirono dire questo.

Così raggiunsero Gerusalemme ed egli entrò nel tempio e cominciò a scacciare quelli che vi vendevano e compravano; rovesciava i tavoli dei cambiavalute e le sedie di chi vendeva piccioni. Né avrebbe permesso a nessuno di portare nulla attraverso il Tempio. E insegnò loro e disse: ‘Non dice la Scrittura: la mia casa sarà chiamata casa di preghiera per tutti i popoli? Ma tu l’hai trasformato in un covo di ladri. “Questo è venuto alle orecchie dei capi dei sacerdoti e degli scribi, e hanno cercato di trovare un modo per eliminarlo; avevano paura di lui perché la gente era trascinata dal suo insegnamento. E quando venne la sera uscì dalla città.

La mattina dopo, mentre passavano, videro il fico appassito fino alle radici. Peter ricordava. “Guarda, rabbino”, disse a Gesù, “il fico che hai maledetto si è seccato”. Gesù rispose: “Abbi fede in Dio. Ve lo dico solennemente, se qualcuno dice a questa montagna: “Alzati e gettati in mare”, senza esitazione nel suo cuore ma credendo che ciò che dice accadrà, sarà fatto per lui. Ve lo dico quindi: tutto quello che chiedete e per cui pregate, credete che già lo avete e sarà vostro. E quando stai in preghiera, perdona tutto ciò che hai contro qualcuno, così che tuo Padre celeste possa perdonare anche i tuoi errori. Ma se non perdoni, tuo Padre celeste non perdonerà neanche i tuoi errori. “

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.