VangeloMarco 121827Il Dio di Abramo Isacco e Giaco

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

VangeloMarco 12:18-27 ©

Il Dio di Abramo, Isacco e Giacobbe è il Dio dei viventi

Andarono da lui alcuni sadducei, i quali negano che ci sia una risurrezione, e gli fecero questa domanda: “Maestro, lo sappiamo da Mosè per iscritto, se il fratello di un uomo muore lasciando moglie ma senza figli, l’uomo deve sposare il vedova per allevare figli a suo fratello. Ora c’erano sette fratelli. Il primo sposò una moglie e poi morì senza lasciare figli. Il secondo sposò la vedova, e morì anche lui senza lasciare figli; con il terzo fu lo stesso, e nessuno dei sette lasciò figli. Per ultima morì la donna stessa. Ora alla risurrezione, quando risorgeranno, di chi sarà ella moglie, dal momento che era stata sposata con tutti e sette?».

Gesù disse loro: «Non è forse il motivo per cui vi sbagliate, che non comprendete né le Scritture né la potenza di Dio? Poiché quando risuscitano dai morti, uomini e donne non si sposano; no, sono come gli angeli in paradiso. Ora, a proposito dei morti che risuscitano, non hai mai letto nel libro di Mosè, nel brano del Roveto, come Dio gli parlò e gli disse: Io sono il Dio di Abramo, il Dio di Isacco e il Dio di Giacobbe? Egli è Dio, non dei morti, ma dei vivi. Ti sbagli di grosso.’

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.