Voglio parlare delle Grandi Piramidi e dellannulla

TheMummichogblog è un partecipante al Amazon Services LLC Associates programma, un programma di affiliazione pubblicitario progettato per fornire un mezzo per siti per guadagnare tariffe pubblicitarie con la pubblicità e il link al amazon.com. Amazon, il logo di Amazon, AmazonSupply, e il logo AmazonSupply sono marchi di Amazon.com, Inc. o delle sue affiliate.

Voglio parlare delle Grandi Piramidi e dell’annullamento della cultura. Sembra impossibile da mettere insieme, pensi, ma ti sbaglieresti. L’argomento dice che se si sta per smantellare Jim Crow e la statuaria confederata a causa della sua connessione con la schiavitù, allora dobbiamo anche espungere le piramidi, a quel punto indizio dell’egittologo che dice: “no! Le piramidi sono state costruite da lavoratori pagati! ” (Come nell’articolo postato di seguito.) Tre punti (e questo sarà discusso più ampiamente nel mio prossimo libro THE GOOD KINGS): 1. Sebbene gli schiavi non costruissero le piramidi, la linea tracciata tra il lavoro di leva di una popolazione di contadini in gabbia e la schiavitù può essere davvero confusa. 2. Mentre le Grandi piramidi creavano e richiedevano una manodopera qualificata di tagliapietre e ingegneri ben remunerata, questi uomini non rappresentano il grosso della forza di costruzione delle piramidi. 3. Le piramidi sono e sono sempre state monumenti per reificare fisicamente l’autoritarismo, un fatto che gli egiziani hanno brillantemente oscurato per mezzo di un impatto ideologico sulle nostre menti e facendoci credere che i costruttori di queste strutture fossero in qualche modo oltre l’umano (che troppo facilmente si traduce in narrazioni di tipo alieno o Atlantideo oggi). Quindi, in conclusione, non sto chiedendo una distruzione totale di QUALSIASI monumento – Jim Crow americano o piramidi egiziane – ma una nuova discussione su come queste cose funzionano nelle nostre menti, su come fabbricano e sostengono strutture di potere disuguali, e come continuiamo a lasciarli lavorare su di noi senza pensiero critico. Quindi, per quelli di voi che dicono: QUESTA È UNA PAGINA DI EGITOLOGIA! COME OSI! Vi esorto a esaminare come stiamo ancora tutti adorando le nostre piramidi oggi, guardandole, proteggendole, cercando di abbatterle, molti di noi si sono avvicinati ai BUONI RE che le hanno costruite. E con questo … per favore … discuti. 🙂 https://harvardmagazine.com/2003/07/who-built-the-pyramids-html

Amazon e il logo di Amazon sono marchi di Amazon.com, Inc., o delle sue affiliate.